Disatteso l'accordo sindacale Get/Trentino Tv
sabato 1 luglio 2017

Da un lato la Provincia Autonoma di Trento rileva attraverso il suo ispettorato del lavoro irregolarità nel contratto di solidarietà febbraio/dicembre 2016 a GET/TRENTINOTV; dall'altro si appresta a concedere alla stessa emittente, che ad inizio 2017 ha licenziato in tronco tre giornalisti, di cui uno riassunto, 70.000 euro di contributi in base alla legge di sostegno all'informazione locale.
Lo denunciano in una nota il Sindacato dei Giornalisti del Trentino Alto Adige e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana.

Appare incomprensibile come, a sei mesi dalla conclusione del CDS, l'ispettorato del lavoro ed il servizio lavoro della PAT non abbiano ancora concluso la fase ispettiva, per la mancanza di documentazione da parte di GET/TRENTINOTV, ricordando che il servizio ispettivo ha tutti i poteri per acquisire la documentazione mancante. Nello stesso tempo chiedono formalmente alla PAT in tutte le sue articolazioni di congelare tutti i contributi diretti e indiretti fin tanto che non venga sanata questa situazione che ha messo in grave difficoltà economica i lavoratori.

L'appello pubblico fa seguito alla richiesta di incontro urgente al Gruppo Editoriale Trentino S.r.l., editore di GET/TRENTINOTV (rimandato al 24 luglio) anche in virtù di quanto stabilito con l’intesa del 13 marzo 2017, per discutere e valutare lo stato attuale delle procedure relative al pagamento dell’indennità di solidarietà, non ancora corrisposta ai giornalisti; e ciò anche in relazione a quanto concordato al punto 6) della predetta intesa, che - allo stato - rimane insoddisfatta.

Il Sindacato Giornalisti e la FNSI invitano infine la Provincia Autonoma di Trento, proprio grazie alla delega sugli ammortizzatori sociali, di voler chiudere al più presto la pratica ispettiva e di conseguenza sollecitare poi il Ministero del Lavoro, ancora in attesa della documentazione trentina, a liquidare l'integrazione al reddito ai giornalisti di GET/TRENTINO TV, se l'emittente ha diritto al CDS.
Se invece risultasse non averne diritto, il Sindacato Regionale dei Giornalisti TAA e la FNSI sosterranno legalmente i giornalisti nel far valere i loro diritti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.