Commissione Pari Opportunità

La nuova Cpo, che si è inseditata a giugno scorso, ha deciso di dare continuità, sotto la guida della presidente Mimma Calligaris, a quanto iniziato dalla precedente commissione.

In modo particolare, dopo il preoccupante risultato del questionario sulle molestie nei media, a cui hanno risposto moltissime colleghe, tra gli impegni immediati ci sarà quello di chiedere che Fnsi e Fieg firmino un accordo sulle molestie nei luoghi di lavoro sulla scorta dI quanto hanno già fatto Confindustria e sindacati confederali.

Ci si occuperà anche di gap salariale tra uomini e donne e di carriere, di welfare e della situazione sempre più complessa delle lavoratrici autonome. 

Un gruppo si occuperà anche di proseguire il percorso iniziato con Il Manifesto di Venezia, promuovendo corsi di formazione su linguaggio di genere e correta narrazione della violenza contro le donne e l’introduzione di appositi moduli formativi nelle scuole di giornalismo.